Seminario di Pittura Giapponese Sumi-e


Serate: Martedì

Orario: 20:30 – 22:30

Data di inizio: 5 febbraio 2019

Durata: 32 ore

Iscrizioni: Aperte, il corso partirà al raggiungimento del numero minimo di 5 partecipanti.

Insegnante: Elisabetta De Angelis

Contenuto degli interventi durante il laboratorio:

  • Introduzione del Sumi-e con brevi cenni sulle caratteristiche e sul significato del bambù e della meditazione attraverso la pittura
  • Filosofia del Sumi-e
  • Presentazione dei materiali di lavoro: la carta, il pennello, l’inchiostro di china e la pietra suzuri
  • Preparazione della china
  • Inizio a dipingere per memorizzare
  • La canna intera e successivamente a tre segmenti
  • Esercitazioni canna del bamboo
  • Nodini e prove sul bamboo
  • Rametti e foglie
  • Rametti e foglie con prove sul bamboo
  • Composizione canna bamboo
  • Composizione a rametto
  • Composizione libera e preparazione
  • Lavoro finale

 

Metodologia

  • Il Sumi-e è un metodo di pittura basato inizialmente sull’apprendimento pratico a diretto contatto con il maestro, ripetendo dei modelli tracciati dal medesimo oppure modelli presi dai trattati classici.
  • Nel Sumi-e non è essenziale la “bravura” o la “perfezione tecnica” o il “talento”; tutti possono imparare purché seguano lo spirito dell’istruttore e le sue indicazioni basate sull’intuizione. E’ piuttosto un modo di dipingere che richiede costanza e desiderio di penetrarne lo spirito e che viene trasmesso dal conduttore attraverso il suo atteggiamento di spirito e corpo uniti.
  • Il rapporto tra conduttore e allievo è un rapporto fondato sullo scambio e sull’arricchimento reciproco, in cui la relazione individuale resta fondamentale per il superamento delle difficoltà che ciascun partecipante incontra.
  • Gli allievi lavorano tutti insieme, in piccoli gruppi in un’atmosfera di calma, silenzio e concentrazione naturale, armonia. Non c’è competizione in vista di un risultato ma solo un paziente lavoro di ripetizione e di affinamento della propria sensibilità per arrivare ad una definita caratteristica del proprio segno espressivo ed alla fluidità del gesto, quasi come fosse l’emanazione naturale del nostro stesso corpo.


Descrizione del corso: Affacciandosi al mondo orientale, si può scoprire che la gioia di dipingere è semplice e affascinante: il pennello nella mani, la carta di riso sotto gli occhi, i piedi ben piantati nella terra e la magia di veder “volare” il proprio segno pittorico nell’ultima sequenza di tratti, rende l’arte SUMI-E il canale diretto al cuore attraverso il proprio gesto. Ed è respiro. La bellezza di dipingere spesso lasciata sui banchi di scuola, riemerge felice nelle mani di chi la pratica, attraverso la disciplina tecnica della postura del SUMI-E semplice e meditativa. Il SE’ espresso nel gesto si imprime nel segno sulla carta di riso che attende la realizzazione. La disciplina è meditativa, diretta da un SE’ osservatore non giudicante ma solidale verso ciò che vede realmente e silenziosamente, rispettoso.

 

CHE COS’E’ IL SUMI-E?

Il termine giapponese significa “inchiostro nero” (SUMI) e “pittura” (E) ed indica una delle forme d’arte in cui i soggetti sono dipinti con inchiostro nero e gradazioni variabili dal nero puro a tutte le sfumature che si possono ottenere diluendolo con acqua. Questo però non vuol dire che ogni cosa dipinta così possa meritare il nome di SUMI-E Il vero SUMI-E deve rispondere a determinate caratteristiche tipiche come, ad esempio, la sobrietà e la spontaneità che vanno direttamente alla sensibilità dello spettatore. Perché un dipinto sia “vivo”, tutti i suoi componenti devono essere “vivi”. Il SUMI-E coglie l’essenza della natura. Nel SUMI-E pochi tratti d’inchiostro nero tracciati con un pennello su un semplice foglio di carta bianco, permettono di rappresentare il modello più complesso. Si deve imparare a cogliere l’essenza, la verità così com’è. Solo allora …..si prende il pennello e si lascia danzare la nostra mano in modo naturale e senza sforzo….. non c’è alcun pensiero di tecnica…non c’è alcuno sforzo cosciente di fare un buon dipinto…. il bamboo nasce dal niente!

 

Tutti i materiali:

  • pennelli, 
  • carta, 
  • bicchiere per acqua,
  • sumi, 
  • suzuri,
  • dispensa del corso

sono forniti da me in quanto prodotti originali dell’oriente.

 

Si articola in fasi differenti quali: 

  • La preparazione dell’inchiostro e l’uso del pennello
  • Le caratteristiche del sumi (l’inchiostro giapponese)
  • La tecnica e l’atteggiamento per dipingere
  • La realizzazione del primo dei “four gentlemen”: bamboo

 

 

indirizzo: via Padulli, 51 22060 Cabiate (CO)

numero di telefono (solo nelle ore serali): 031 768269

cellulare: 392 1614815

facebook: scuola d’arte serale-cabiate

instagram: scuola.arte.cabiate

e mail: scuola.arte.cabiate@gmail.com

Invia