Corso di Personalizzazione della Motocicletta


Serata: Lunedì

Orario: 20:30 – 22:30

Data di inizio corso: 15 gennaio 2019

Iscrizioni: Aperte

Durata: 40 ore, 20 sere

Programma:

1/2 Lezione (teoria)

Analisi della “moda” della personalizzazione, inquadramento del fenomeno nel contesto socio-culturale attuale.

Analisi delle origini storiche del fenomeno supportata da riferimenti visivi.

Analisi delle tipologie di motociclette personalizzate, generate dalle diverse tendenze sociali nel corso della storia ( chopper, bobber, cafe racer, street fighter, ecc), con materiale visivo.

Analisi delle reazioni delle principali case costruttrici al fenomeno in esame, cambiamento della comunicazione, dei modelli a listino, della gamma accessori e del rapporto con l’utente finale.

3 Lezione (teoria-pratica)

Approccio al progetto pratico, esame del modello a disposizione e discussione sulle origini storiche del modello e più genericamente del marchio (tema che approfondiranno personalmente gli studenti).

Analisi di come dalla storia di un’azienda e dal recupero dei modelli storici, si possa generare un progetto che stravolgerà il mezzo, senza snaturarne il carattere originale, in continuità con la tradizione o contrariamente in completa rottura negandone le origini (dibattito con gli studenti)

Breve digressione sul concetto di omologazione e inquadramento del sistema italiano in rapporto a quelli più evoluti come la Germania.

Limiti dell’intervento, su cosa si può intervenire senza inficiare la regolarità del mezzo e la sua funzionalità, la motocicletta non è un’opera d’arte statica.

Progettazione del lavoro, puntualizzare l’importanza di sviluppare un progetto preliminare prima di intervenire, definendo precisamente il punto di arrivo.

Discussione con gli studenti sul progetto da realizzare, che per la volta successiva dovranno esporre la propria idea, con disegni, immagini, ritagli, pezzi etc

4 Lezione (teoria-pratica)

Esposizione degli studenti, definizione del progetto in linea con l’analisi teorica svolta in precedenza.

Definizione degli elementi su cui intervenire per l’ottenimento del risultato finale.

Analisi delle diverse possibilità di intervento e dei diversi materiali utilizzabili.

Questa fase ci da l’opportunità di introdurre tutta una serie di professionalità artigiane molto importanti: il battilastra, il resinatore, il tappezziere e molti altri.

Molti di questi lavori stanno scomparendo nonostante la grande richiesta anche all’estero, perché nessuno sta tramandando la manualità alle nuove generazioni.

Importanza della ricerca e del recupero di pezzi vecchi ed in disuso, non per modifiche tecniche, ma solo estetiche.

5…19 Lezione (pratica)

Scelta dei pezzi recuperati e conseguente decisione dei pezzi da costruire con l’aiuto delle professionalità richieste.

Inizio dei lavori manuali, smontando la motocicletta e liberandola dai pezzi da non utilizzare.

20 Lezione finale

Presentazione della motocicletta finita.

Sessione fotografica per valutare come comunicare il progetto nel modo migliore all’utente finale attraverso social o carta stampata, breve analisi di come un progetto compiuto comprenda anche la comunicazione dello stesso: la mancanza di visibilità rende inutile lo sforzo.

Relazione finale del lavoro e conclusioni.

 

 

indirizzo: via Padulli, 51 22060 Cabiate (CO)

numero di telefono (solo nelle ore serali): 031 768269

cellulare: 392 1614815

facebook: scuola d’arte serale-cabiate

instagram: scuola.arte.cabiate

e mail: scuola.arte.cabiate@gmail.com

Invia